Newsletter Inarcassa n. 04 aprile 2022

Di seguito le principali notizie ivi riportate:

Deroga contributo soggettivo 2022

Gli iscritti con redditi annuali che determinino importi inferiori al minimo contributivo, pari a 16.310 euro nel 2022, possono richiedere – per un massimo di 5 anni anche non consecutivi – la deroga al pagamento del minimo soggettivo e pagare a dicembre 2023 il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto. La richiesta va inoltrata entro e non oltre il 31 maggio p.v., in via telematica tramite Inarcassa On Line.

Servizi finanziari in convenzione con BPS aperti anche a società e non iscritti

Nella nuova convenzione con la Banca Tesoriera alcuni servizi e forme di finanziamento destinate agli iscritti, come ad esempio quelle finalizzate al versamento dei contributi e all’attività professionale, sono state estese anche agli ingegneri e architetti non iscritti, alle associazioni, alle società di professionisti e tra professionisti, e alle società di ingegneria.

Bandi 2022 prestiti d’onore e finanziamenti in conto interessi

Sono disponibili i nuovi bandi dei Prestiti d’onore per i giovani iscritti under 35 (anche riuniti in associazioni, società di professionisti e tra professionisti) e le professioniste madri di figli in età scolare, (fino a € 15.000, con il 100% degli interessi a carico di Inarcassa), e dei Finanziamenti agevolati in conto interessi, finalizzati all’allestimento o al potenziamento dello studio e allo svolgimento d’incarichi professionali (fino a € 30.000, con l’abbattimento in conto interessi del 3% a carico Inarcassa).

Bonus edilizi: compensazione con F24 dei contributi previdenziali per i crediti da cessione e sconto

Il 14 marzo 2022 l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite F24, dei crediti relativi alle detrazioni cedute e agli sconti praticati ai sensi dell’art.121, DL n. 34/2020. Gli associati a Inarcassa potranno quindi compensare debiti fiscali e contributi previdenziali, senza intaccare la liquidità impiegata nell’esercizio dell’attività.


Newsletter Inarcassa n. 3 marzo 2022

Di seguito le principali notizie:

Entro il 31 marzo

Finanziamenti a tasso zero

Il 31 marzo, con la fine dello stato d’emergenza, terminerà la possibilità per gli associati di accedere ai Finanziamenti Covid-19, con contributo in conto interessi al 100% in carico a Inarcassa, per esigenze di liquidità nello svolgimento dell’attività professionale. A carico della Cassa, oltre agli interessi, anche le spese di istruttoria e di incasso rate. La richiesta va inoltrata da Inarcassa On Line.

Polizza sanitaria

Ancora pochi giorni per sottoscrivere le coperture volontarie e l’estensione al nucleo familiare delle polizze 2022, così come per l’adesione al piano base dei pensionati non iscritti. Basta compilare on line il Modulo di richiesta a Reale Mutua. Sul sito Inarcassa, nelle pagine dedicate all’Assistenza sanitaria, sono disponibili tutte le informazioni sui premi e le novità assicurative.

Sussidi COVID 19

Ricordiamo che i sussidi per contagio da Covid-19 coprono tutti gli eventi insorti entro il 31 marzo 2022 e che le domande vanno inoltrate da IOL entro 120 giorni dall’evento per cui si richiede il contributo.

Ulteriori notizie dalla Cassa

Nuova convenzione Banca Tesoriera

Banca Popolare di Sondrio si è aggiudicata, a seguito di una gara europea, il nuovo contratto di tesoreria di Inarcassa. Sono in fase di definizione alcuni nuovi servizi in convenzione, che saranno presto a disposizione degli associati. Tutte le informazioni saranno rese note, all’avvio delle attività del nuovo contratto, nelle pagine dedicate sul sito istituzionale.

Indagine di Customer Satisfaction

Inarcassa pone, da anni, l’ascolto e la condivisione al centro del proprio operato e del rapporto con i suoi associati. Per questo, riteniamo importante comprendere

opinioni, necessità ed aspettative dei nostri iscritti, in un’ottica di collaborazione e fiducia reciproca. Nei prossimi mesi un campione di professionisti sarà contattato via mail dall’Istituto di ricerca CSA, per rispondere ad un questionario.

Indennità di maternità e paternità 2022

Per il 2022, con delibera del CdA, i valori minimo e massimo dell’indennità di maternità (D. Lgs. 151/2001) sono rispettivamente definiti in € 5.191,00 e € 25.955,00; quelli dell’indennità di paternità (art. 34 bis del RGP) in € 2.336,00 e € 11.680,00.

Approfondimento su nuove funzioni IOL

Sono a disposizione di società e professionisti nuove funzioni per consultare e gestire la propria situazione contributiva e per accedere alle informazioni

previdenziali. Invitiamo a leggere una breve guida al nuovo Estratto Conto e all’uso di questo strumento.


Newsletter Inarcassa n. 2 febbraio 2022

Di seguito le principali notizie dalla Cassa:

Polizze sanitarie, proroga fino al 31 marzo

C’è tempo fino al 31 marzo per sottoscrivere le coperture volontarie e l’estensione al nucleo familiare delle polizze 2022; stessi termini anche per l’adesione al piano base dei pensionati non iscritti. Basta compilare on line il Modulo di Adesione e seguire le istruzioni. Sul sito Inarcassa, nelle pagine dedicate all’ Assistenza sanitaria, sono disponibili tutte le informazioni e le novità introdotte quest’anno.

Sul tema della polizza sanitaria invitiamo inoltre a leggere l’approfondimento dedicato al pacchetto di servizi Virtual Hospital, che permette di accedere a prestazioni generiche e specialistiche da remoto.

Deroga al pagamento del minimo soggettivo 2022

Gli iscritti che prevedono, per il 2022, di avere un reddito inferiore al minimo contributivo, pari a € 16.310, possono richiedere la deroga al pagamento del minimo soggettivo. Si ricorda che tale opzione può essere utilizzata per un massimo di 5 anni, anche non consecutivi. La richiesta va inoltrata tramite l’applicazione dedicata, già disponibile su Inarcassa On Line, entro il 31 maggio p.v..

Finanziamenti a tasso zero e Sussidi Covid-19

Fino al 31 marzo gli Associati possono accedere ai finanziamenti fino a 50.000 euro, con contributo in conto interessi al 100% in carico a Inarcassa, da restituire in un periodo massimo di 6 anni; anche i Sussidi Covid-19 verranno riconosciuti per tutti gli eventi insorti entro la stessa data. Le richieste per entrambe le misure possono essere presentate da Inarcassa on Line.

Ravvedimento Operoso

Inarcassa sta provvedendo al periodico aggiornamento delle posizioni previdenziali (controllo delle dichiarazioni e del versamento dei contributi). È possibile verificare la propria posizione e, se necessario, sanare eventuali irregolarità con il Ravvedimento Operoso, riducendo così le sanzioni del 70%. La richiesta si inoltra da Inarcassa On line, tramite la voce “Come rimettersi in regola”, nel menu Adempimenti.


NEWSletter Inarcassa n.1 gennaio 2022

Di seguito le principali notizie dalla Cassa:

Entro il 31 gennaio la rateazione dei minimi 2022 in sei rate

L’opzione di versare i contributi minimi in 6 rate bimestrali tramite SDD, anziché in 2 semestrali è valida per tutti gli iscritti (inclusi i pensionati). Prevede rate di pari importo, senza interessi: prima scadenza 28.2.2022, ultima il 31.12.2022. Basta farne richiesta entro il 31 gennaio, tramite la funzione disponibile su Inarcassa On Line alla voce “Agevolazioni”.

Nuove Polizze sanitarie, le adesioni entro fine febbraio

Per le adesioni facoltative alle Polizze Reale Mutua 2022 e le relative estensioni ai familiari, c’è tempo fino al 28 febbraio. È sufficiente compilare on line il Modulo di Adesione e seguire le istruzioni per perfezionare la sottoscrizione. Le novità riguardo i piani sanitari e tutte le informazioni riguardo alle modalità e ai termini di adesione sono disponibili nella pagina dedicata all’assistenza sanitaria del sito Inarcassa.

Proroga al 31 marzo delle misure Covid-19

A fronte del protrarsi dell’emergenza epidemiologica, sono stati prorogati al 31 marzo 2022 sia i termini per il riconoscimento dei Sussidi una tantum per gli eventi di malattia legati al Covid-19 che per i Finanziamenti, fino a 50.000 euro, con contributo in conto interessi al 100% in carico a Inarcassa. Informati su requisiti e modalità di richiesta dei benefici, nella sezione Assistenza del sito Inarcassa.

Requisiti per la pensione 2022
Nel 2022 la Pensione di Vecchiaia Unificata (PVU) ordinaria è corrisposta ai professionisti che abbiano compiuto almeno 66 anni e 6 mesi di età e maturato 34 anni e 6 mesi di iscrizione e contribuzione. Per la PVU anticipata, bastano 63 anni e 6 mesi di età e una anzianità d’iscrizione e contribuzione di 34 anni e 6 mesi, mentre per quella posticipata, 70 anni e 6 mesi di età anche in assenza del requisito contributivo.

Versamenti con PagoPA

Invitiamo a leggere l’approfondimento dedicato al sistema di pagamento Pago PA, in vigore dal 10 gennaio, che sostituisce i bollettini M.Av.  Ricordiamo che restano attive le modalità di versamento con F24, per la compensazione dei crediti verso la PA, con SDD per i piani di rateizzazione e con Inarcassa Card. I MAV già emessi e presenti su IOL potranno essere utilizzati anche successivamente al 10/01.


Newsletter Inarcassa n.12 dicembre 2021

Di seguito le principali notizie:

Adeguamento Istat 2022
I ministeri vigilanti hanno approvato la rivalutazione delle pensioni e dei contributi allo 0,2%. Tutti i parametri soggetti ad adeguamento annuale e in vigore nel 2022 sono disponibili nel RGP, e verranno allineati all’inizio del prossimo anno su tutte le pagine del sito.

DICH 2020 senza sanzioni, conguaglio 2020 e versamento contributi minimi 2021

Entro il 31 dicembre, se dovuto e non oggetto di rateazione, è necessario corrispondere il conguaglio contributivo dell’anno 2020. Il versamento può essere effettuato con bollettino M.AV. o con F24, disponibile su iOL, nella sezione ‘Adempimenti >> Gestione dei Pagamenti’. È ancora possibile trasmettere la Dich. 2020 senza sanzioni, purché l’eventuale saldo avvenga nei termini sopra indicati. Scade infine il pagamento dei contributi minimi 2021 con MAV/F24, posticipato a fine anno. I MAV dei minimi 2021 e del conguaglio sono già ricalcolati tenendo in conto l’accettazione delle richieste di esonero.

 Rateazione dei minimi 2022 in sei rate
Anche per il 2022 sarà possibile versare i contributi minimi in 6 rate bimestrali tramite SDD, anziché in 2 semestrali. L’opzione, valida per tutti gli iscritti (inclusi i pensionati), prevede rate di pari importo, senza interessi: prima scadenza 28.2.2022, ultima il 31.12.2022. Basta farne richiesta entro il 31 gennaio, tramite la funzione disponibile su Inarcassa On Line alla voce “Agevolazioni”.

 Da Gennaio 2022

 Si rafforza il servizio informazioni su iOL

Nell’ambito del progetto che punta a trasformare l’Ente in un vero e proprio partner previdenziale, pronto ad orientare, accompagnare e sostenere gli Associati, il 10 gennaio si avvia il percorso di razionalizzazione delle linee di contatto, così da facilitare le relazioni con l’Ente. Inarcassa Risponde si fonderà con Inarcassa Ascolta e sarà disponibile direttamente su Inarcassa On LineInarcassa in Conference passerà dalle attuali 9 a 22 Province, nuova tappa per coprire l’intero territorio entro il prossimo anno.

 Versamenti con PagoPA

Dal 10 gennaio non verranno più emessi bollettini MAV per il saldo dei contributi ma, su Inarcassa On Line alla voce “Gestione Pagamenti”, saranno disponibili gli Avvisi di PagoPA, con il codice IUV. Restano attive le modalità di versamento con F24, per la compensazione dei crediti verso la PA, con SDD per i piani di rateizzazione e con Inarcassa Card, anche nell’opzione revolving. I MAV già emessi e presenti su IOL potranno essere utilizzati anche successivamente al 10/01.

 Polizza sanitaria con REALE MUTUA

Dal 1° gennaio 2022 e per i prossimi quattro anni, Reale Mut​ua sarà il nuovo partner di Inarcassa per la gestione della polizza Sanitaria base “Grandi Interventi Chirurgici e Gravi Eventi Morbosi”, e del “Piano sanitario Integrativo” in convezione, con l’introduzione di interessanti garanzie aggiuntive. Sul sito sono disponibili informazioni sulle polizze e le modalità per richiedere l’adesione alle coperture volontarie e l’estensione al nucleo familiare per il 2022 .


Newsletter Inarcassa 11

Di seguito le principali notizie:

Entro il 30 novembre 2021

Rateazione conguaglio 2020 

Il conguaglio contributivo dell’anno 2020, se dovuto, va corrisposto in un’unica soluzione entro il 31 dicembre, tramite MAV/F24 da generare su iOL tramite la funzione ‘Calcolo contributo’, nella sezione ‘Adempimenti >> Dichiarazioni’. Chi è in regola, può rateizzare l’importo in tre pagamenti posticipati a marzo, luglio e novembre 2022, tramite SDD, richiedendo l’agevolazione entro il 30 novembre, dall’apposita voce di menù su iOL, sez. Agevolazioni.

Scadenze al 31 dicembre 2021

DICH 2020 senza sanzioni e versamento contributi minimi 2021

Entro il 31.12, è possibile presentare la Dich. 2020 senza sanzioni, con il pagamento entro lo stesso termine dell’eventuale conguaglio. Scadono inoltre i termini per il versamento dei contributi minimi 2021 con MAV/F24.  

Finanziamenti COVID-19   

Gli iscritti Inarcassa possono accedere ai finanziamenti Covid-19 fino a 50.000€, con interessi al 100% a carico di Inarcassa, da restituire in un massimo di sei anni. Il prestito va richiesto da iOL nella sezione dedicata ai servizi finanziari.

Dal 1° gennaio 2022

Polizza sanitaria con REALE MUTUA

Dal 1° gennaio 2022 e per i prossimi quattro anni, Reale Mut​ua sarà il nuovo partner di Inarcassa per la gestione della polizza Sanitaria base “Grandi Interventi Chirurgici e Gravi Eventi Morbosi”, e del “Piano sanitario Integrativo” in convezione, con l’introduzione di interessanti garanzie aggiuntive. Da dicembre, saranno disponibili sul sito tutte le informazioni  sulle polizze e le modalità per richiedere l’adesione alle coperture volontarie e l’estensione al nucleo familiare per il 2022 .

Versamenti con PagoPA

Dall’inizio del prossimo anno Inarcassa adotterà il sistema “PagoPA” (sistema nazionale dei pagamenti elettronici in favore delle Pubbliche Amministrazioni), che sostituirà i bollettini MAV per il versamento dei contributi. I MAV non verranno pertanto più emessi: nella stessa pagina di Inarcassa On Line, “Gestione dei Pagamenti”, saranno disponibili gli Avvisi di Pagamento PagoPA, con il cosiddetto IUV (Identificativo Univoco del Versamento). Per saperne di più, potete leggere lo speciale di questo numero, dedicato all’argomento.


Newsletter Inarcassa 10

Di seguito le principali notizie da Inarcassa:

Scadenza al 2 novembre 2021

Ricordiamo che il 2 novembre scade il termine per presentare nei termini la dichiarazione 2020 e per le richieste di esonero dai contributi previdenziali (art. 1, Legge n.178/2020). Entrambi i modelli vanno inoltrati dall’area riservata di Inarcassa On Line.                                                                                                           ​       

– Rateazione del conguaglio

 Chi è in regola con gli adempimenti può rateizzare il conguaglio 2020, in scadenza al 31.12.21, in tre pagamenti posticipati a marzo, luglio e novembre 2022, tramite SDD. L’agevolazione può essere richiesta nella procedura di presentazione della Dich 2020 oppure, entro il 30/11/21, dall’apposita voce di menù su iOL, sez. Agevolazioni.

  – Finanziamenti Covid-19 con contributo in conto interessi

Nuovamente disponibili per gli Associati i finanziamenti fino a 50.000 euro, con il 100% degli interessi in carico a Inarcassa, da restituire in massimo 6 anni. La domanda va presentata tramite Inarcassa On line, entro il 31/12/2021.